logo
indirizzo

.
baita

Clicca per vedere la MAPPA del percorso

1) COMANO – RIF. DON ZIO – MONTE CASALE

Comano
m. 618
Rifugio Don Zio Pisoni m. 1610
Monte Casale m. 1630
Tempo di salita ore 2,5 - 3
Tempo di discesa ore 2

Da Comano (m.618), antico paese raccolto su un terrazzo morenico, si sale verso la “Panoramica”, luogo attrezzato per feste campestri. Lasciata la macchina si sale per la strada sterrata e, già al primo tornante, la si lascia per entrare nel bosco sul sentiero n. 411.

Il sentiero sale tra belle faggete, incrociando alcune volte la strada rotabile: bisogna solo stare un po’ attenti ai segni bianco-rossi della SAT e comunque il tratto da compiere sulla strada non è che di poche centinaia di metri.

Dopo un’ora e mezza circa si giunge ad un piccolo piazzale oltre il quale la strada si fa più ripida (con permesso del Comune di Lomaso si potrebbe giungere fin qui anche con l’auto) e si prosegue diritti ancora per mezz’ora, finchè non si sbuca dal bosco di conifere in bellissimi prati.

Da qui in circa 20 minuti si giunge al rifugio Don Zio Pisoni (m.1610) realizzato dalla Sezione SAT di Pietramurata che lo gestisce nelle domeniche estive (telefono Presidente 0464/507081).

Dal rifugio in pochi minuti si giunge sulla sommità del Monte Casale (m. 1630), denominato Monte Daìn dalla popolazione delle valli dei Laghi e del Sarca, dove sorge una croce ed è stato realizzato un interessante “punto panoramico”, in questo posto veramente eccezionale.

La vista che si gode dal Casale – o più semplicemente “le Quadre”, per i giudicariesi – è infatti, nonostante la quota, veramente straordinaria, tanto sulle Giudicarie, il Brenta e l’Adamello, quanto sulla sottostante Valle del Sarca, con viste di numerosi laghi, dal Garda a Molveno, da Cavedine e Toblino, ecc..

All’inizio dell’estate “le Quadre” offrono una fioritura di grande valore naturalistico che ci spinge a proporle come una delle più belle escursioni che si possono compiere nella nostra valle.

.

Web design editel 2000