logo
indirizzo

.


Programma del Trekking   A 
Consigliato a persone ben allenate - I dislivelli variano dai 500 ai 1200 m

Domenica 22 giugno e 31 agosto
Ore 8.00 – ritrovo  piazza della Chiesa di San Lorenzo in Banale.

Trasferimento in pullman nella località di Stenico (m 700)
Attraverso la Val Laone si raggiunge l’Arca di Fraporte (m 1147),un enorme ponte naturale alto quasi 50 m, in roccia calcarea. Si attraversa la conca fino a Malga Valandro (m 1769), si raggiunge la selletta del Monte Pizzo (m 2148), Malga d’ Asbelz (m 1956), Malga Sgorbia (m 2004). Si scende fino ai Masi di Ion (m 1086) per poi raggiungere Baesa.
Durata: 6 ½ - Pranzo al sacco.

Lunedì 23 giugno e 1 settembre
Ore 8.00 ritrovo piazza  della Chiesa di San Lorenzo in Banale.
Trasferimento con i propri mezzi a Molveno.
Salita con telecabina* al rif. Montanara (m 1500)
Per sentiero, lungo un ripido costone boschivo, poi per cresta panoramica si giunge alla Conca dei Mandrini per poi proseguire verso il Passo dei Lastèri (m 2281). Sempre su sentiero si prosegue in direzione sud per risalire l’ultimo breve ed esposto tratto che porta alla cima del Croz dell’Altissimo (m 2339).
Qui si può ammirare la maestosità del Campanil Basso della Cima Brenta e degli Sfulmini.
Il ritorno si effettua dallo stesso sentiero della salita.
Durata: 6 ore - Pranzo al sacco.

Martedì 24 giugno e 2 settembre
Ore 7.00 ritrovo piazza della Chiesa di San Lorenzo in Banale.
Trasferimento con i propri mezzi in Val d’Algone a Malga Movlina (m 1803).
Itinerario: si raggiunge il Pian di Nardis (m 845), superata la Scala Santa si sale al rifugio XII Apostoli (m 2489).
Ritorno attraverso il Passo dei XII Apostoli e discesa attraverso la Val di Sacco a Malga Movlina.
Durata: 6 ore - Possibilità di pranzo al rifugio XII Apostoli.

Mercoledì 25 giugno e 3 settembre
Ore 8.00 ritrovo piazza della Chiesa di San Lorenzo in Banale.
Trasferimento con i propri mezzi a Molveno.
Itinerario: salita con la telecabina* a Pradel (m 1367). Si prosegue per il rifugio Croz dell’Altissimo (m 1438), rifugio Selvata (m 1630), rifugio malga d’Andalo (m 1352). Discesa a Molveno attraverso sentiero in parte attrezzato con corda metallica.
Rientro a San Lorenzo in Banale.
Durata: 5 ore - Possibilità di pranzo a rifugio Selvata.

Giovedì 26 giugno e 4 settembre
Ore 8.00 ritrovo piazza della Chiesa di San Lorenzo in Banale.
Trasferimento con i propri mezzi  a Baesa.
Itinerario: si raggiunge il ponte di Baesa (m 799) e, per ripido sentiero si sale ai Masi di Dengolo (m 1280), dove si può vedere una delle ultime antiche teleferiche funzionanti a contrappeso d’acqua. Proseguendo, si arriva a Malga Senaso di Sotto (m 1581). Risalendo un ripido pendio, si arriva ai ruderi di Malga Senaso di Sopra (m 1776) e quindi al Prà del Vescovo, (m 1890). Attraversando il  Prà del Vescovo si potrà ammirare l’unicità floreale del luogo. Si prosegue per raggiungere il sentiero Dallago che porta a rifugio Silvio Agostini  (m 2410).
Durata: 6 ore - Possibilità di pranzo al rifugio Al Cacciatore.
Pernottamento al rifugio Agostini

Venerdì 27 giugno e 5 settembre
Sveglia ore 6.00 per assistere allo spettacolo dell’ Alba nelle Dolomiti .
Itinerario: dopo la colazione si parte per il sentiero Palmieri, passo della Forcolotta di Noghera (m 2423) e poi si prosegue verso il rifugio Pedrotti (m 2491). Qui, regno indiscusso dell’aquila reale, si possono avvistare, oltre ai grandi rapaci, camosci e marmotte. Dal rifugio Pedrotti si scende verso il rifugio Selvata (m 1630). Durante il percorso è possibile contemplare la parte centrale del Gruppo di Brenta. Discesa al rifugio Croz dell’Altissimo (m 1438) e poi a Molveno (m 860).
Rientro a San Lorenzo in Banale con pullman.
Durata: 7 ore - Possibilità di pranzo al rifugio Pedrotti.

* trasporto telecabina a propri costi
Il programma potrebbe subire variazioni dovute a cause di forza maggiore

.

Web design editel 2000